Bemolle

Do re mi fa sol la si do si si♭
e il mezzotono è dissonanza piana
— un silenzio: odi la tramontana
consumare le allegre foglie, sì?
E poi lo sfarfallio d’un colibrì
(residuo d’una stagione un po’ strana)
gironzolare verso la sua tana
ripetendo la nota e l’abbiccì?
Presto, alberi tronchi fanno rima
in modi che non saprei immaginare
se tacesse il ritornello sonoro
— diamine! Corri, veloce: esce oro
da bocche di luna a verdi fanfare
e tamburellano come mai prima
nell’inquieto clima
i metronomi d’una poesia
nata dalla rovente epifania.

[Da un vecchio file]

14 pensieri su “Bemolle

    • Il canto, come il resto, subisce gli effetti della reclusione forzata – è in pausa. Al tempo, l’avevo scritta proprio per rendere omaggio al mio hobby.

Rispondi