Filastrocca

Più di meteore brillare. Di soli
bere le fiamme da specchi e riflessi
mentre l’abisso si tuffa dai cieli.

Rami e profumi scostare dagli occhi.
Non pioveranno che sassi affilati,
fiori di bronzo in terreni salati.

Sciogliere tutta la nebbia. Cercare
l’acqua in cui cadde il narciso e la psiche
rotta con ori e dolori aggiustare.

Bacca di noce raccogliere in tempo.
Giovani e anziani ne succhino presto
dolci veleni nei gorghi intasati.

Stringere in mano l’amore cresciuto
sazi di ciò che si aveva perduto.

18 pensieri su “Filastrocca

  1. riferimenti importanti quali narciso e psiche intercalati da rime eleganti come i due versi della chiusa che mi sono assai piaciuti
    “Stringere in mano l’amore cresciuto
    sazi di ciò che si aveva perduto.”
    che quasi suggellano la chiusura di un cerchio…

Rispondi