Poesie

Il nido dei serpenti

È l’Africa. Il seno da cui nacque
la scimmia curva sull’erba bagnata,
il colle rigoglioso dove giacque
ogni donna pelosa, poi l’armata

diretta al nord polare a filo d’acque
nella strettoia perlopiù ghiacciata.
La testa bionda, si dice, non piacque
finché la pelle non si fu sbiancata.

La nostra specie è vana — rade tutto,
compresa la preistoria, la sapienza
di homo, emigrato, farabutto

a casa propria, dove un solo frutto
si distribuisce, in frode e coscienza,
ai miliardi d’un pianeta distrutto.

20 pensieri su “Il nido dei serpenti”

  1. tachimio dice:

    Molto forte, bella, sincera. Complimenti cara Irene. Un carosaluto. Buona giornata. Isabella

    1. Irene Rapelli dice:

      Grazie, per gli apprezzamenti. In verità, sono assente anch’io da un po’, ma ho intenzione di tornare a pubblicare presto, anche se non so di preciso quando.
      Ricambio il tuo caro saluto, nel frattempo.
      I.

      1. tachimio dice:

        Ok cara. Torna pure quando vuoi. Un bacione. Isabella

      2. Irene Rapelli dice:

        Sono tornata, forse: ho scritto una poesia nuova dopo mesi.

    1. Irene Rapelli dice:

      Penso non la cambierò facilmente… inoltre, ha richiesto pochissime modifiche nel foglio di stile, cosa che favorisce la mia sanità di mente.

  2. lilasmile dice:

    Irene, mi congratulo con te, è bellissima. Buonanotte e un sorriso. Lila

      1. lilasmile dice:

        Grazie! :-*

  3. almerighi dice:

    Partimmo dall’Africa, neri, sterminammo i Neanderthal e ne assorbimmo quel po’ di Dna che ci sbiancò. Brutta razza di predatori i bianchi. Di questa poesia, così ben scritta e così significativa per la coscienza di ogni lettore normodotato, condivido anche li spazi e le interlinee; spero di rileggerti presto.

    1. Irene Rapelli dice:

      È scritta in modo da essere comprensibile ai “normodotati”, di proposito. Ultimamente scrivo di meno rispetto a un tempo, ma non sto scomparendo, è solo che la “vena” va e viene.

      1. almerighi dice:

        a nome di tutti noi “normodotati” grazie: mi auguro tu continui a scrivere e a farlo come lo stai facendo, ispirata

  4. norise dice:

    rime e assonanze in armonia

  5. macalder02 dice:

    Tutto un sentimento fatto poesia. Molto bene

Rispondi