Liberazione

Esultino le trombe
come nel volo di fresche colombe.
Esclami storia di ciascuna data
il fazzoletto o la bandiera alzata.
Presto! Esplodano tutte le bombe
mute nei secoli. La truppa cacci
i silenzi nel vuoto. Senza suola
ci si punga la pelle, con le mani
si muovano le stelle. Non si tracci
orma passata. Presto! Già vola
sull’abbaiare al guinzaglio di cani
la parola fiorita da bocche arse
nel sangue poliglotta
d’urne sparse. Sta per cantare
l’eco solare.

Rispondi