Scherzo

Da fuoco nel mio caos primitivo
nasce erba fresca al buio dell’eterno.
Il cielo s’arroventa nella lingua
da pulsazioni in arresto allo sterno.
Il sangue s’inargenta nell’universo
secondo leggi rivoluzionarie.
La mano sporca di luce sincopando
il canto puro. Il libro che scrivo
ha un solo verbo — la morte e la vita
nella parola.
Come un uccello bevendo dal rivo
sosto poco prima di svolazzare
lasciandomi sballottare nel gioco
di cui il fiume
mi sembra privo.

2 pensieri su “Scherzo

Rispondi