Soffocamento

Tento di respirare, qua e là giace
l’ossigeno poetico tradito.
Nel vibrato costale del torace
il caos di stelle appena abortito

cessa di mormorarmi senza pace,
espiro senza temere l’attrito
scaricando l’aria lirica audace
e prima che sia tardi ho percepito

un canto alla vittoria, ora tace
con un ultimo postumo garrito
il cuore di sillabico rapace
in volo oltre il muro azzurro colpito

da proiettili senza maestà
nell’abisso di morte che verrà.

8 Comments

  • erospea

    25 Lug 2018 at 9:55 Rispondi

    t’ho appena lasciato un piccolo segno, un commento, ma non se lo devi approvare o se sia in spam, perché sul tuo spazio non riesco a mettere like, se non dal lettore, e non riesco a vedere se il commento è in attesa di moderazione
    buona giornata, Irene

    • Irene Rapelli

      25 Lug 2018 at 14:42 Rispondi

      Tutti i commenti finiscono in coda di moderazione, anche se apparentemente non lasciano segno dopo l’invio, per un problema del tema, credo: a volte vanno in Spam, ma non è questo il caso, comunque controllo tutti i giorni per non farmeli sfuggire. I like invece sono disattivati, perché, opinione mia personale, sono brutti da vedere, così come non compaiono le immagini degli avatar nei commenti.

  • erospea

    25 Lug 2018 at 9:51 Rispondi

    questa, lo dico a modo mio: è “tagliente” tra l’armonia dei versi

    • Irene Rapelli

      25 Lug 2018 at 14:46 Rispondi

      Grazie per il commento, e scusa se rispondo così tardi, ma non sempre posso stare connessa al blog.

      Sì, ho cercato di renderla armonica nella forma, ma cruda nella sostanza: spero di aver ottenuto un bel contrasto e non un effetto grottesco (ai posteri l’ardua sentenza).

      Irene

      • erospea

        25 Lug 2018 at 16:25

        si, forse non è nemmeno un contrasto: è proprio il corpo di questo scritto che respira per aperture sottili nelle quali come lettore uno si mette per.
        a me piace, sia pur tra gli attuali XP

        Per la logistica comunicativa in wp: tutto chiaro. Non c’è mai ritardo secondo il mio modo di usare queste piattaforme. TI dirò, anzi, che per scelta ho l’app installata sul telefono, ma ho tutti gli avvisi di notifica disattivati. Leggo quando voglio e posso. A volte sono più presente; a volte desincronizzo. Aggiungici che non sono una gran commentatrice nel senso della frequenza. Insomma: è perfetto così!
        Gli avatar mi piacciono, mi incuriosiscono, ma se fosse per il semplice ‘like’ non lo ritengo manco un segno sicuro di lettura, quindi figurati… Personalmente se lascio un segno spero sempre arrivi perché signifca che son passata con attenzione, o non lascio segni
        buona giornata :)

      • Irene Rapelli

        25 Lug 2018 at 19:37

        Ti ringrazio per il feedback: io mai e poi mai percepisco le mie poesie come un lettore attento, infatti. In generale, ho problemi d’autopercezione, sui miei scritti.

        Anche io tengo l’app sul telefono con notifiche disattivate. Commento poco, metto ancora meno like, ma quando li metto ho letto sempre il post, a differenza di molti. Ti dico di più: da quando ho disattivato il sistema di like, ne ricevo molti in meno sui miei post, ma sono paradossalmente aumentati i commenti e le visite, anche per via dell’ultimo tema installato (non esente da difetti, come quello di non lasciare traccia di commenti, anche se appena giunti in coda di moderazione) che mette in rilievo i testi incentivando la fruizione del contenuto. Ho tolto gli avatar, invece, per avere un effetto più pulito, che io preferisco (ma son gusti personali). In più, per lo stesso motivo, ho rimosso tutte le immagini in evidenza, che odiavo, lasciando, per mera necessità, quella in header.

        Ciao e buona prosecuzione,

        Irene

      • erospea

        25 Lug 2018 at 21:02

        a presto leggerti, con tutto quel che accompagna le parole
        ciao Irene!

      • Irene Rapelli

        25 Lug 2018 at 22:01

        Ciao.

Rispondi