Viaggio di ritorno

I graffi sulla pelle
dicono di lotte, sotto le stelle
il pennino incide molle carne
senza saper che farne

e nel sangue di mondi
s’inargenta sopra profondi solchi
il manto delle mie ossa
spargendosi

in grani lucenti
per la celeste fossa.

4 Comments

  • Franz

    18 Giu 2018 at 19:43 Rispondi

    diamine è bellissima… hai ragione: sento connessione con una creatura che scrive questi versi

    • ilcielostellatodentrodime

      18 Giu 2018 at 19:44 Rispondi

      Spiegati, per favore, meglio. Se vuoi.

      • Franz

        18 Giu 2018 at 20:00

        c’è poco da spiegare tra i tuoi lemmi sento danzare una quota della mia anima…anzi, meglio, del mio corpo/mente…

      • ilcielostellatodentrodime

        18 Giu 2018 at 20:09

        …è reciproca la cosa.

Rispondi